Login

PostHeaderIcon Embryovet

Lo studio veterinario associato Embryovet nasce nel dicembre del 2000 dall’idea di Pierluigi Guarneri e Antonio Patelli con lo scopo di fornire agli allevatori un servizio  di qualità, rivolgendo un occhio di riguardo all’embryo transfer.  Nel 2003 entra a far parte dell’organico Arrigo Appiani e nel 2007 Damiano Bonventre. Dopo 3 anni di attesa Embryovet aumenta le "quote rosa" grazie all'ingresso di Elisa Guarinelli e nel 2012 con Pietro Cavirani si arriva alla attuale formazione. Da qualche anno il lavoro in ufficio viene sapientemente organizzato e orchestrato da Ilaria Venturini.

Lo studio opera esclusivamente nel settore degli animali da reddito prevalentemente in allevamenti di vacche da latte, vitelli da carne e bufale. La sede è Verolanuova e fornisce assistenza clinica, chirurgica e ginecologica presso allevamenti di Lombardia, Veneto ed Emilia romagna; embryo transfer in tutta Italia.

Embryovet ha la prerogativa di fornire un servizio omogeneo e uniforme su tutto il lavoro di clinica, ostetricia, chirurgia e ginecologia con uno standard qualitativo pressoché uniforme tra i componenti del gruppo. La sezione ginecologica viene di routine effettuata con l’utilizzo dell’ecografo, che consente diagnosi più precise e accurate. La clinica e la chirurgia vengono effettuate in azienda, senza quindi la necessità di movimentare animali e migliorando l’efficienza e la tempestività dei trattamenti previsti per ogni singola patologia.

I due soci fondatori eseguno inoltre da anni e con numerose soddisfazioni la tecnica riproduttiva dell'embryo transfer, Pierluigi Guarneri è a tutt'oggi il presidente della società italiana embryo transfer (S.I.E.T.)

 

 

 

 

 

NEWS

Lo scorso 5 dicembre, presso l'agriturismo "Le campagnole" (Milzano -BS-), si è svolto il primo incontro "Embryo transfer, una opportunità per incrementare la fertilità aziendale". Il dott. Guarneri ha presentato i dati riguardanti l'utilizzo della tecnica dell'embryo transfer per incrementare la fertilità delle vacche repeat breeder. I risultati presentati si riferiscono all'anno precedente e sono stati rilevati sia in aziende italiane sia brasiliane,  in seguito alla raccolta dati del gruppo a al contributo di colleghi che hanno fornito i risultati dei loro lavori, permettendo il confronto con il lavoro svolto da Ebryovet.

A febbraio si è tenuto un secondo incontro per gli allevatori delle province di Milano, Lodi, Cremona.